6 settembre 2012

Lumiere de Normandie -estate 2012

Terza tappa : Compiegne - Rouen (165 km )

Oggi ci spostiamo verso Rouen per una sosta di 3 notti.
Lungo la strada ci fermiamo a vedere la città di Beauvais, di cui ricordo solo la bellissima cattedrale






















e qualche delizioso scorcio









































poichè il resto è piuttosto anonimo e moderno.
Purtroppo molti luoghi in Normandia hanno subito forti danni ,dopo lo sbarco, durante la guerra e quindi molti edifici sono di nuova costruzione, per questo dicevo anonimi .

Proseguiamo in cerca di un piccolo borgo medievale chiamato Gerberoy ,di cui ho letto sulla guida.
Pare di perdersi fra i boschi silenziosi , uno spettacolo di pace.

















D'improvviso un cartello nel nulla indica un parcheggio obbligatorio, lo seguiamo e spuntiamo in un prato enorme, talmente perfetto da sembrare finto.
Il verde brilla accanto all'oro dei campi di grano sotto il cielo scuro e minaccioso ...


















al borgo si accede esclusivamente a piedi e va benissimo così !
Gironzoliamo .
E'veramente piacevole, ordinato, pulito, tranquillo ... e che casette deliziose !


































In una serata decisamente piovosa e umida siamo a Rouen.
Prima di cena scatto alcune foto alle ville appena fuori dal centro storico, sempre più senza parole per l'ordine e la pulizia, anche lontano dal centro cittadino.


















Piove tutta la notte, a secchiate :)
Al mattino, anche se un po' incerti, prendiamo la macchina e percorriamo circa 80 km di campagna per andare a vedere la Costa d'Alabastro e più precisamente le scogliere di Etretat dipinte da Monet !
















Un mezzo diluvio ci accompagna mentre usciamo da Rouen ma, quasi alla meta, ecco che il sole fa capolino ^^ menomale !
Con la scusa ci fermiamo a fotografare un po' di fiori, i giardini di Normandia sono spettacolari un po' ovunque ,anche solo ai bordi della strada.

Magnifico. Semplicemente.
In breve arriviamo in paese ,parcheggiamo e andiamo in spiaggia.
I gabbiani sono enormi e vi consiglio di tenere stretto il panino se pensate di mangiare all'aperto.
Subirete dei veri e propri agguati  con beccate sulle dita :) 


La mattinata è splendente e ,dalla spiaggia, saliamo a piedi fino alla cima della Falesia d'Aval.


Fa caldo ma c'è anche un po' di vento. 
Il paesaggio è uno spettacolo.



Dalla cima guardiamo giù la spiaggia...

Si sentono solo i gabbiani ed è così rilassante. 
Direi che questa meta da sola vale l'intero viaggio.

Mangiamo qualcosa e ci godiamo il sole finchè il tempo non cambia nuovamente.

Così decidiamo di vedere il paese prima della pioggia ;)
Etretat è deliziosa, forse un po' tanto turistica ma poco importa.

Mentre riprendiamo la strada per Rouen, ci fermiamo in un altro paesino : Yport.
Anche qui le case sono bellissime ,che dire... è tutto così ordinato e pulito !
Io adoro queste cose ^^

In serata siamo nuovamente a Rouen, altra notte, altro temporale.
La mattina ,anche se piuttosto umida, ci lascia vedere il centro storico con il Gros Horloge 



e la bella cattedrale dipinta spesso da Monet ^^



Nella piazza del vecchio mercato c'è una targa che ricorda Giovanna D'Arco, proprio nel punto in cui ci fu il rogo. 

Molti luoghi a Rouen parlano della fanciulla d'Orleans.

Noi spendiamo la giornata in giro tra un temporale e l'altro, tra qualche negozio e alcune buonissime baguettes. 



Domani bagagli e via verso Caen !

Al prossimo post :)





Nessun commento:

Posta un commento

ciao ! grazie per il tuo commento :)