14 luglio 2010

la France dans le coeur

Ovvero di ritorno dal primo giro in terra francese :)

Eccomi, sono tornata e cerco di sistemare foto ed idee riguardo a questo meraviglioso viaggio in una terra che offre mille paesaggi ,emozioni e luoghi di cui riempirsi gli occhi e il cuore : la Francia.
Chi già la conosce saprà cosa intendo, per gli altri cercherò di fare un diario di viaggio che possa offrire anche solo un accenno dell'atmosfera che lì si respira.
Non so da dove iniziare a raccontare e quindi proverò a fare un resoconto per punti, lasciando per ultime le riflessioni e le foto sul viaggio vero e proprio.

Info pratiche

1) chi ,quando e dove siamo stati :
Mia madre, mio padre ed io. In giro per circa dieci giorni ad inizio luglio 2010.
partendo da Torino siamo arrivati in Borgogna fermandoci a Cluny,Fontenay,Guedelon per poi dormire ad Auxerre.
Risalendo per visitare e dormire a Chartres abbiamo proseguito per Caen e Bayeux, ormai in Normandia. Sosta di due notti a Caen e poi via verso Mont Saint Michel ,altra tappa per la notte per vedere il tramonto sulla baia.
Partenza per Dinan, St-Malo e Rennes in terra bretone. Qui dormiamo due notti per poter visitare la fatata foresta di Broceliande e la cittadina di Josselin, piccolo gioiello in Bretagna.
Si scende verso Carnac, sito di megaliti e spiaggia sull'oceano. Altra tappa per la notte e poi rientro a casa.


2) pernottamenti :
In Francia il turismo è alla portata di tutti. Ci sono molte catene alberghiere a costi davvero bassi ma che offrono buonissimi confort. Noi scegliamo la FORMULE 1 con cui dormiamo in camera tripla per una media di 40 euro con colazione. Parcheggio e wifi gratuito. Hotels pratici, comodi e personale disponibile. Inoltre trovate sempre promozioni per la cena nei dintorni. Chiedete !






I servizi sono sui piani e vengono automaticamente puliti dopo ogni utilizzo.

E per puliti intendo PULITI !

3) il viaggio :
Abbandonate le autostrade a pedaggio appena potete e seguite le MERAVIGLIOSE -LARGHE-GRATUITE e POCO TRAFFICATE strade statali francesi . Da non credersi, le loro statali o semplici bretelle fra paesini sono MEGLIO delle nostre più nuove autostrade.
Il traffico è inesistente e la guida francese vi farà riappacificare con il mondo. Cartina alla mano oppure navigatore e tutto andrà benissimo.
Inoltre le statali offrono molte aree di sosta attrezzate e punti di ristoro con menù a basso costo.
Qui un grande grazie a mio padre che si è letteralmente e pacificamente snocciolato quasi 3000 km di viaggio :)

4) i pasti :
nota un po' dolente per noi che amiamo la varietà della cucina italiana.
In Francia si mangia tanta carne e patate, non trovate la pasta e anche le verdure scarseggiano un po'. Io però mi sono innamorata della famosa e semplicissima Ratatouille :)
Ho assaggiato le Chichis e le Galettes ,mio padre addirittura le Moules frites (cozze e patatine fritte) tipico piatto della Normandia.
Comunque sia si resiste :)
La colazione è simile alla nostra e trovate boulangeries (panifici) stracolmi di baguettes e altri prodotti da forno, dolci e salati. Se avete problemi entrate in un supermercato e lì troverete di che sfamarvi, ormai c'è tutto dappertutto !
Cosa importante : non comprate l'acqua ma chiedete sempre " une caraffe d'eau, svp".Vi porteranno acqua del rubinetto freschissima ,gratuita e leggera, meglio dell'Evian ^^

5) condizioni meteo ed equipaggiamento :
Dicono che in Normandia e Bretagna piove sempre...mah..noi abbiamo avuto solo una mattina di pioggia in Borgogna. Per il resto sempre 30 gradi, cielo terso ,sole che brucia e vento atlantico a mitigare il tutto. Certo la sera rinfresca ma è solo un dettaglio ; un maglioncino e via.
Le spiagge atlantiche e le scogliere sulla Manica sono mozzafiato ma vi consiglio un cappellino per il sole e il vento e ottime scarpe per camminare.
Giubbetto per la pioggia nello zaino ,piccolo asciugamano ,canotta di riserva ,occhiali da sole e crema solare. Inoltre portatevi il costume e le ciabatte da mare così potrete camminare un po' lungo la riva :)
Vi consiglio la muta se volete fare il bagno, l'acqua è fredda!

6) lingue parlate :
Mio inglese buono, mio francese scolastico. Un buon frasario in tasca e nessun problema. In pochi parlano italiano ma sono sempre gentili e disponibili. Imparate un po' di francese, vi sentirete meglio e la gente si dimostrerà ancor più disponibile apprezzando il vostro sforzo.

Viaggi come questi aprono il cuore ma anche la mente, aiutano a crescere e a confrontarsi con se stessi. Noi abbiamo visto luoghi dello spirito, castelli, spiagge che hanno fatto la storia della seconda guerra mondiale, cittadine dell'armorica in cui aleggia la presenza di Asterix, boschi incantati di fate e fontane magiche dove Merlino riposa all'ombra. Abbiamo camminato tra i megaliti insieme al vento e preso fra le mani la sabbia finissima dell'oceano.
Inoltre siamo stati insieme e a vicenda ci siamo regalati riflessioni ed emozioni.
Tutto ciò ci ha arricchiti e ci ha lasciato nel cuore la voglia di ritornare.

Al prossimo post per raccontarvi qualcosa sui luoghi visitati :)

4 commenti:

  1. Contente que tu aimes la France et que tu t'y amuses...

    RispondiElimina
  2. Mercy Valy :)
    J'adore la France et je voudrais vivre là. Dès que j'ai temps je cherche à recompter des choses sur les places que j'ai visité ^^

    RispondiElimina
  3. hé Simona , la prochaine fois c'est Paris et Versailles .... ta chambre t'attend !!!
    big big kisses

    valérie

    RispondiElimina
  4. Oui Valerie! :) merci beaucoup !!!
    I'll come to visit you, don't worry ;) I just need to make a plan ;)

    RispondiElimina

ciao ! grazie per il tuo commento :)